NUOVE MISURE DI CONTENIMENTO EMERGENZA COVID-19 - AGGIORNAMENTO SUI PROVVEDIMENTI ADOTTATI - Comune di Laveno Mombello

archivio notizie - Comune di Laveno Mombello

NUOVE MISURE DI CONTENIMENTO EMERGENZA COVID-19 - AGGIORNAMENTO SUI PROVVEDIMENTI ADOTTATI

 

Si pubblica il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 1° aprile 2020 di proroga delle misure di contenimento dell'epidemia da Covid-19. 

 

Si pubblicano il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 22 marzo 2020 e le ordinanze del Presidente della Regione Lombardia n. 514 e 515 che dispone limitazioni ancora più stringenti per contrastare la diffusione del coronavirus.

 

L'ordinanza è in vigore dal 22 marzo fino al 15 aprile, salvo variazioni dovute all'evoluzione dell’emergenza sanitaria, ed è stata condivisa con i sindaci dei capoluoghi della Lombardia, ANCI Lombardia, UPL e con il Tavolo del Patto per lo Sviluppo.

 

Di seguito una sintesi delle nuove limitazioni regionali che si aggiungono a quelle dei provvedimenti del Governo:

  • divieto di assembramento di più di due persone nei luoghi pubblici e sanzioni in caso di non rispetto fino a 5 mila euro;
  • monitoraggio clinico degli operatori sanitari prima dell’inizio del turno di lavoro;
  • sospensione dell'attività degli uffici pubblici e dei soggetti privati che svolgono attività amministrative, fatta salva l'erogazione dei servizi essenziali e di pubblica utilità;
  • sospensione delle attività artigianali non legate alle emergenze o alle filiere essenziali;
  • sospensione di tutti i mercati settimanali scoperti;
  • sospensione delle attività inerenti ai servizi alla persona;
  • chiusura delle attività degli studi professionali salvo quelle relative ai servizi indifferibili e urgenti o sottoposti a termini di scadenza;
  • chiusura di tutte le strutture ricettive ad esclusione di quelle legate alla gestione dell'emergenza. Gli ospiti già presenti dovranno lasciare le strutture entro le 72 ore successive all'entrata in vigore dell'ordinanza;
  • fermo delle attività nei cantieri edili, esclusi quelli per le ristrutturazioni sanitarie, ospedaliere ed emergenziali, oltre a quelli stradali, autostradali e ferroviari;
  • chiusura dei distributori automatici cosiddetti 'h24' che distribuiscono bevande e alimenti confezionati;
  • divieto di praticare sport e attività motorie svolte all'aperto, anche singolarmente, se non nei pressi delle proprie abitazioni.
  • sono sospesi i servizi educativi per l’infanzia di cui all’articolo 2 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 65, e le attività didattiche in presenza nelle scuole di ogni ordine e grado, nonché della frequenza delle attività scolastiche e di formazione superiore. E’ consentita in ogni caso la possibilità di svolgimento di attività formative a distanza.
  • non è consentito lo spostamento verso abitazioni diverse da quella principale, comprese le seconde case utilizzate per vacanza.
  • è vietato l’accesso del pubblico ai parchi, alle ville, alle aree gioco ed ai giardini pubblici.

L'ordinanza n. 515 del 22 marzo 2020 vengono adotte ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica da Covid-19, sospendendo le attività in presenza delle Amministrazioni Pubbliche e dei soggetti privati preposti all'esercizio di attività amministrative.

L'ordinanza 515 modifica inoltre alcuni contenuti dell'ordinanza n. 514 del 21 marzo 2020.

 

Si pubblica inoltre il provvedimento del Ministero della salute concernenti l’emergenza sanitaria connessa al diffondersi dell’epidemia da Coronavirus Covid-19.

 

Si ricordano di seguito i numeri messi a disposizione per l’emergenza:

Numero 1500, gestito dal Ministero della Salute, per rispondere alle domande dei cittadini sul nuovo Coronavirus. Disponibile anche in lingua cinese.

Numero verde 800.89.45.45, gestito da Regione Lombardia, da contattare in caso di sintomo sospetto.

Numero verde: 800 769622, gestito da ATS Insubria e attivo dalle ore 8.00 alle ore 22.00, per chiedere informazioni di carattere generale in merito al Coronavirus e per raccogliere le segnalazioni di persone rientrate dalla Cina o dalle aree epidemiche riconosciute sul territorio nazionale.


Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (52 valutazioni)